Melograno: una forza per il cuore

Melograno: una forza per il cuore

IL MELOGRANO COME SIMBOLO DI ABBONDANZA E LONGEVITA’ Sin dall’antichità questo frutto ha rappresentato l’abbondanza e la longevità, a causa delle sue attività terapeutiche. MELOGRANO ORIGINI E TRADIZIONI Esistono diverse leggende che coinvolgono il melograno come ingrediente di molte grandi storie d’amore. Il melograno è originario dell’Asia occidentale. In Cina si usa come frutto di buon auspicio, infatti viene mangiato dai neosposi. Coltivato dagli antichi romani, che si adornavano gli abiti nuziali, oggi è presente in Italia sia spontaneo sia coltivato. Fin dall’antichità ne sono stati valorizzati le sue molteplici proprietà terapeutiche ed oggi la scienza ne conferma le proprietà. Il melograno ha un’azione vermifuga: all’inizio del XIX secolo la tisana con la scorza di questi frutti, per la presenza di alcaloidi, veniva usata per combattere la tenia. Nell’antica Grecia si usava come agente in grado di distruggere o eliminare dall’organismo vermi parassiti (elminti), proprietà del resto già conosciute 4000 anni fa dagli Egizi ed è stato anche considerato molto efficace per la bellezza della pelle. L’ACIDO ELLAGICO Il melograno contiene sostanze ad alta attività antitumorale come l’acido ellagico, i flavonoidi ed altre sostanze con proprietà antiossidanti che nel loro insieme collaborano in modo attivo nella prevenzione di diversi tumori. RECENTI STUDI: MELOGRANO E CUORE Secondo recenti studi l’assunzione protratta nel tempo del melograno sarebbe in grado di proteggere il cuore dalla formazione di placche aterosclerotiche e nel far diminuire la pressione sanguigna. Secondo questi studi l’assunzione protratta nel tempo del melograno protegge il cuore dalla formazione di placche aterosclerotiche. Il melograno infatti è ricco di vitamina B, A, C ed E, contiene ferro, potassio antiossidanti. Il melograno offre dei benefici per la salute cardiovascolare. Numerosi studi hanno dimostrato che il succo di Melograno rallenta lo sviluppo dell’arteriosclerosi, abbassa la pressione sanguigna sistolica e migliora il profilo lipidico, diminuendo anche il rischio di malattie cardiovascolari. Inoltre il succo di melograno migliora la perfusione e riduce la pressione nei pazienti con stenosi carotidea. Anche i disturbi causati dalla menopausa ottengono benefici dall’assunzione di succo di melograno. Alcuni ricercatori spagnoli dell’Istituto Catalano di Scienze Cardiovascolari hanno dimostrato con diversi studi, che integratori a base di melograno aiutano i vasi sanguigni a mantenersi sani, riducendo così il rischio di infarti e ictus. In particolare, nel primo studio essi hanno esaminato l’effetto di una pillola ricca di sostanze chimiche vegetali del melograno, detti polifenoli, riguardo la circolazione del sangue nei suini, che hanno un sistema cardiovascolare simile a quello dell’uomo. I ricercatori gli hanno somministrato cibo ricco di grassi che ha danneggiato i l rivestimento dei loro vasi sanguigni. Questo rivestimento, detto endotelio, rilascia sostanze che controllano l’espansione e la contrazione dei vasi. Il danneggiamento dell’endotelio costituisce il passaggio preliminare all’aterosclerosi I ricercatori, hanno mostrato che è bastata una dose giornaliera di un integratore con 200mg di polifenoli chiamati punicalagine, per annullare molti degli effetti del cibo spazzatura sull’organismo. In particolar modo la ricercatrice Lina Badimon ha dichiarato:”Integrare la dieta con i polifenoli del melograno può aiutare a prevenire e ritardare disfunzioni endoteliali, che sono tra i primi segni della comparsa di aterosclerosi e ictus”.   

Il melograno è contenuto in: https://www.dna-solutions.it/heart-solution/

Veronica Sarno

Tutti i commenti