Il Frassino è commestibile (e aiuta a dimagrire)

Il Frassino è commestibile (e aiuta a dimagrire)

Sai che alcune parti del Frassino sono commestibili? Le foglie di Frassino godono di proprietà diuretiche e lassative, proprietà analgesiche, proprietà antinfiammatorie, proprietà febbrifughe e toniche.

Uso comune nella medicina popolare ed in omeopatia

Le parti utilizzate del Frassino in fitoterapia sono le fogli e la corteccia.

Il frassino comune viene preparato sotto forma di infuso come rimedio contro la renella e le coliche renali.

Frassino nella medicina popolare

Nella medicina popolare, le foglie di frassino sono adoperate per uso interno per il trattamento di costipazione, febbre, edema, disturbi gastrici, calcoli, reumatismi, per contrastare le infestazioni da vermi.

Le foglie di Frassino per uso esterno sono adoperate per il trattamento di ferite ed ulcere degli arti inferiori.

Dalla linfa che sgorga dalle ferite del tronco di frassino si estrae la manna che è un lassativo naturale con proprietà terapeutiche di tipo: fluidificante, espettorante, emolliente e sedativo della tosse, decongestionante e calmante nelle bronchiti croniche, nelle laringiti e nelle faringiti.

La Manna veniva usata anche nelle preparazioni cosmetiche antiche per la sua caratteristica di rendere la pelle liscia e morbida e di attenuare le rughe.

Frassino nella medicina omeopatica

La medicina omeopatica utilizza il Frassino come macerato glicerico oppure in granuli oppure come tintura madre.

Il Frassino viene utilizzato come rimedio contro reumatismi, gotta, sinovite, infiammazione dei legamenti, insufficienza renale, calcoli biliari, ansia, stress, nevrosi.

Il frassino può inoltre rientrare nella composizione di preparazioni insieme ad altri rimedi omeopatici per il trattamento di: cellulite, sovrappeso, obesità, ipercolesterolemia, affezioni oculari, infiammazioni e dolori ossei, diminuzione della libido e astenia sessuale.

Frassino: descrizione

Il Frassino (Fraxinus ornus), è una pianta della famiglia delle Oleaceae. Ha un portamento arboreo o arbustivo e raggiunge un’altezza massima di 4-8 metri.

Il tronco ha una corteccia liscia e grigiastra; le foglie sono caduche verde nella pagina superiore e chiare e pelose in quella inferiore.

I fiori sono bianchi o leggermente rosati, riuniti in infiorescenza a forma di panocchia. Il frutto è una samara lunga 2-3 cm che produce un solo seme.

Dove vive il Frassino?

Il Frassino è originario dell’emisfero settentrionale Europeo e Asiatico. Adatto ai climi temperati, si ritrova in boschi umidi ricchi dalla pianura e fino ai 1500 metri di quota. In Italia è diffuso al centro-nord.

Curiosità

Il Frassino era piantato di consuetudine come segnale di confine di proprietà o di campi coltivabili.

Costituenti chimici delle foglie di Frassino

I costituenti chimici contenuti nelle foglie di frassino sono:

  • Mannitolo
  • Mucillagini
  • Triterpeni
  • Fitosteroli
  • Tannini
  • Flavonoidi, fra cui la rutina
  • Monoterpeni iridoidi

Componenti chimici della corteccia di Frassino

I componenti della corteccia di frassino sono:

  • la fraxina
  • la fraxetina
  • la fraxidina
  • l'isofraxidina
  • la scopoletina
  • il fraxinolo
  • i tannini
  • Monoterpeni iridoidi.

Proprietà delle foglie

Le foglie di Frassino godono di proprietà diuretiche e lassative, proprietà analgesiche, proprietà antiinfiammatorie, proprietà febbrifughe e toniche.

Le proprietà delle foglie di Frassino:

  • Antiinfiammatorie
  • Febbrifughe
  • Toniche
  • Anlgesiche
  • Lassative
  • Diuretiche

Proprietà della corteccia di Frassino

La corteccia di frassino svolge attività antiossidante ed antiflogistica

Studio sperimentale

Uno studio sperimentale sulle proprietà dell’estratto dei semi svolto su animali, ha dimostrato che l'assunzione di estratto di semi di frassino per lunghi periodi può portare ad un miglioramento della pressione sanguigna e dello stress ossidativo in ratti affetti da ipertensione.

Tutti i commenti