Broccoli a volontà!

Broccoli a volontà!

Il broccolo ha qualità simili a quelle del cavolo: è diuretico, lassativo, ricostituente del sistema nervoso, antianemico, antinfettivo, protegge pelle e occhi e, come accade per tutte le crocifere, è oggetto di ricerche per indagarne le proprietà preventive dei tumori.

I broccoli sono ortaggi della famiglia delle Crocifere, la stessa di cavoli e rucola, i broccoli o Brassica oleracea var. botrytis cymosa, hanno un aspetto simile a quello di un piccolo albero: presenta infatti sommità fiorite, rade e allungate, innestate su un unico stelo. Si trova prevalentemente nella varietà verde, anche se ne esiste una violacea, meno conosciuta.

I broccoli, coltivati per lo più in Europa, appartengono alla famiglia delle crocifere. La parte edibile della pianta (51%) sono sia le foglie (cavolo cappuccio, verza, cinese, marino, nero, cavolini di Bruxelles) sia il suo interno (broccolo, broccoletti, cavolfiore). Rappresentano un alimento molto amato perché, oltre al gradevole e gustoso sapore, il broccolo ha pochissime calorie (27 per 100 gr.) e viene quindi spesso consumato nelle diete ipocaloriche. Ne esistono diverse varietà.

Quali sono le tipologie di broccoli?

Il broccolo romanesco, conosciuto anche come broccolo cimoso o cavolo verde cimoso fa parte della famiglia dei cavoli. È noto per il suo colore verde chiaro brillante e per la perfetta geometria delle sue cimette. Contiene soprattutto fibre, calcio e vitamina C. Lo si può consumare sia crudo che cotto. Le cotture brevi e la cottura al vapore ne preservano le proprietà.

Il cavolo broccolo contiene soprattutto vitamina A, vitamina C, magnesio, calcio e fosforo. Si può consumare sia crudo che cotto. Il broccolo è un alimento antiossidante e depurativo, contiene vitamina C e vitamine del gruppo B. Consulta qui le tabelle Inran per il cavolo broccolo verde ramoso nella versione cruda e cotta.

Cavolini di Bruxelles

I cavolini di Bruxelles contengono soprattutto potassio, calcio e fosforo per quanto riguarda i sali minerali. Tra le vitamine contengono in particolare vitamina C, vitamina A e vitamina K. Hanno proprietà antianemiche e disintossicanti. Consulta qui le tabelle Inran per i cavolini di Bruxelles crudi e cotti.

l cavolfiore bianco, o cavolo bianco, è una delle varietà di cavolo più comuni. Ha un basso contenuto calorico e un alto potere saziante. Contiene soprattutto potassio tra i sali minerali ma è anche ricco di calcio, fibre, acido folico, ferro, fosforo e vitamina C. Contiene principi attivi antinfiammatori, anticancro e antiossidanti.

Il cavolfiore viola è un incrocio tra cavolo broccolo e cavolfiore comune. In Sicilia troviamo il cavolfiore violetto, conosciuto anche come Violetto di Sicilia. Il cavolfiore viola è ricco di carotenoidi e antociani, che svolgono la funzione di antiossidanti. Il suo utilizzo in cucina è molto coreografico in quanto permette di preparare contorni, zuppe e puree dal caratteristico colore violetto. La sua ricchezza di antiossidanti aiuta a contrastare i danni causati dai radicali liberi.

Il cavolo cappuccio verde (Brassica oleracea capitata), è particolarmente ricco di potassio e contiene buone quantità di calcio e fosforo. Viene utilizzato in cucina per la preparazione dei crauti, c

Il cavolo verza contiene vitamina A, vitamina C e vitamina K e Sali minerali come potassio, ferro, calcio, fosforo e zolfo. Ha proprietà antinfiammatorie ed è considerato benefico per i disturbi digestivi. Il cavolo verza contiene sostanze dette indoli che sarebbero utili per prevenire i tumori dell'apparato digerente e urinario. È anche un rimedio naturale utile per la stipsi. 

Proprietà

Il broccolo ha qualità simili a quelle del cavolo: è diuretico, lassativo, ricostituente del sistema nervoso, antianemico, antinfettivo, protegge pelle e occhi e, come accade per tutte le crocifere, è oggetto di ricerche per indagarne le proprietà preventive dei tumori. In ogni 100 g di broccoli, troviamo meno potassio rispetto al cavolo (ne ha “solo” 286 mg), ma più calcio (72 mg), fosforo (74 mg), vitamina C (77 mg). 

Per mantenerne intatte il più possibile le proprietà, è bene consumare il broccolo stufato o cucinato al vapore.

  • I broccoli sono ortaggi ricchi di sali minerali, vitamina c, b1, b2  fibra alimentare; tiossazolidoni, sostanze che si sono dimostrate particolarmente efficaci nella cura della tiroide. Inoltre contengono sulforafano, una sostanza che non solo previene la crescita di cellule cancerogene ma impedisce anche il processo di divisione cellulare con conseguente apoptosi (morte cellulare). Il sulforafano, insieme agli isotiocianati, esplica azione protettiva soprattutto contro i tumori intestinali, polmonari e del seno. Hanno anche un potere antianemico, emolliente, diuretico, cicatrizzante, depurativo, vermifugo. Sono indicati nei casi di stipsi cronica per l’enorme ricchezza di fibre vegetali.
  • Inoltre, gli specialisti consigliano il loro consumo per l’alto potere antiossidante in essi contenuto che aiuta a rafforzare le difese immunitarie e spesso viene suggerito per combattere l’Helicobacter pylori, un batterio molto resistente che colonizza la mucosa gastrica generando fastidiose gastriti
  • I broccoli, come tutti i vegetali, combattono la ritenzione idrica poiché aiutano l’organismo a disintossicarsi e ad eliminare prodotti chimici nocivi pericolosi. Infine, riducono il rischio di cataratta e proteggono dall’ictus. Per il loro potere saziante e poco calorico, come già accennato, sono molto indicati nelle diete dimagranti. Sebbene i broccoli vengano considerati ortaggi ipocalorici, sono molto efficaci nelle situazioni di estremo affaticamento e di carenze vitaminiche e utili nelle situazioni di estremo nervosismo ed eccessiva irritabilità.

I broccoli: un toccasana per i polmoni 

La notizia arriva da una ricerca condotta dalla Johns Hopkins Medical School e pubblicata sulla rivista American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine. I broccoli sarebbero un eccellente rimedio contro le affezioni polmonari.

Tutti i commenti