Tutto sulla Vitamina A

Tutto sulla Vitamina A

La vitamina A è una vitamina liposolubile, ovvero che si scioglie bene nei grassi e può essere accumulata nel fegato. Il corpo le conserva e le rilascia a piccole dosi quando diventa necessario.

Si presenta in natura come:

retinolo e composti analoghi, detti retinoidi (tutti di origine animale).

carotenoidi (di origine vegetale) che sono i precursori della vitamina A attiva.

I carotenoidi noti sono circa 600 ma non tutti possono essere trasformati in vitamina A dall’organismo umano. Quelli non trasformabili in vitamina A sono comunque molto utili per l’organismo per la loro proprietà antiossidante, ad esempio il licopene, la zeaxantina e la luteina.

Le proprietà della vitamina A

Questa vitamina ha un’importanza fondamentale per la nostra vista, infatti i fotorecettori (bastoncelli) presenti nella retina possono catturare la luce soltanto grazie alla presenza di un pigmento fotosensibile, la rodopsina che è costituita dall’opsina (una proteina) e la vitamina A.

È utile per lo sviluppo delle ossa e il loro rafforzamento nel tempo e anche per la crescita dei denti. Ha un’ottima capacità di far mantenere al nostro organismo difese immunitarie alte. La vitamina A è inoltre essenziale per lo sviluppo, rigenerazione e integrità di gran parte dei tessuti e degli organi del nostro corpo.

Per riassumere, ecco i principali benefici di questo elemento:

Antiossidante e protettiva dei tessuti della pelle e delle mucose.

Protegge la vista.

Stimola le difese immunitarie e protegge contro le infezioni.

Dove trovare la vitamina A

La vitamina A è presente e immediatamente utilizzabile dall’organismo soprattutto in alimenti di origine animale, come il latte, i formaggi, il burro, le uova, il fegato (alimento che ne è più ricco), i pesci grassi dei mari del Nord (salmone, sgombro, aringhe, ecc.), le anguille e gli oli di pesce, come ad esempio l’olio di fegato di merluzzo che storicamente era utilizzato come integratore di vitamine A e D per bambini fragili e inappetenti.

Gli alimenti di origine vegetale non contengono valori apprezzabili di vitamina A, ma possono fornire in abbondanza i carotenoidi. Sono presenti in alimenti di colore giallo - arancio, come carote, albicocche, peperoni, pomodori e meloni ma anche in ortaggi con foglie o altre parti verde scuro, come per esempio gli spinaci, le bietole, il basilico ecc.

Per assimilare al meglio la vitamina A vengono suggerite cotture al vapore, alla griglia, in padella o al forno accompagnate da un piccola quantità di condimento grasso sano (come l’olio extravergine d’oliva) per facilitarne l’assorbimento. Per i carotenoidi si consiglia il consumo a crudo oppure previa cottura ma senza esagerare coi tempi.

Carenza e sovraddosaggio della vitamina A

Qual è il fabbisogno giornaliero di vitamina A? La quantità varia in base all’età e al sesso, per i bambini il fabbisogno cresce con l’aumentare dell’età. In generale, raggiunta l'età adulta, si tratta di circa 0,6-0,7 mg, che possono aumentareleggermenteper la donna durante la gravidanza, per fornire al bambino il giusto apporto di questa vitamina. 

Proprio per tutti i benefici elencati poco sopra, la carenza di questo elemento può portare ad una serie di sintomi e disturbi, come per esempio una crescita stentata e un maggiori rischio di infezione. Data la sua importanza per la funzionalità della vista, la sua carenza può dar origine a disturbi visivi come per esempio la “cecità notturna”, ovvero una notevole difficoltà di distinguere le immagini in ambienti o momenti del giorno con poca luce. Per i bambini appena nati e nelle iniziali fasi di crescita, la mancanza di vitamina A può portare a seri danni alla vista.

Anche il sovraddosaggio può provocare danni: l’ipervitamonosi può portare a danni permanenti per fegato o milza. Provoca dolori muscolari, stanchezza, nausea ed emicrania. Situazioni di tossicità possono verificarsi in caso di consumo eccessivo di alimenti ricchi di questo elemento, per un uso eccessivo di integratori vitaminici o per un trattamento farmacologico prolungato con retinoidi, utilizzato per esempio nel trattamento dell’acne. Durante questi trattamenti terapeutici è alto il rischio per le donne in gravidanza, poiché il feto sarebbe messo in serio pericolo.

La vitamina A è contenuta in diversi prodotti della linea Benessere Quotidiano, per esempio Mineral Vita.

Tutti i commenti