Conosci il cromo?

Conosci il cromo?

Il cromo è un metallo duro, lucido e di colore grigio - acciaio. Fonde con difficoltà ed è molto resistente alla corrosione. Il suo nome deriva dalla parola greca chroma che significa “colore”, per i composti dai colori vivaci presenti in natura.

È un metallo largamente usato nel settore industriale, ad esempio per realizzare leghe inossidabili o smalti e vernici.

Ma che c’entra con la salute?

Si è parlato molto della pericolosità per la salute di questo elemento, specialmente per chi lavora in ambienti industriali in cui viene utilizzato. Si tratta però del cromo esavalente, che può diventare tossico provocando dermatiti, problemi respiratori e deficit al livello immunitario. 

La forma chimica del cromo che invece ci interessa per i suoi benefici alla nostra salute è il cromo trivalente.

Benefici del Cromo

Migliorando la sensibilità delle cellule all’insulina, si rivela prezioso per:

  • Ridurre l’insulino - resistenza.
  • Ridurre il glucosio circolante, migliorando quindi i valori della glicemia.
  • Ridurre il colesterolo e i trigliceridi.

Il cromo ha anche un’azione diretta sul metabolismo, aiuta a bruciare calorie e ridurre la massa grassa a causa della minor disponibilità di glucosio circolante. È quindi un valido alleato per chi segue una dieta dimagrante e può essere assunto anche da chi soffre di sindrome metabolica e dislipdemia.

É un alleato anche degli sportivi, infatti questo minerale permette di rinforzare la massa muscolare, grazie alla maggior captazione di amminoacidi da parte dei muscoli.

Con l’aumentare dell’età i livelli di cromo nell’organismo si riducono. Per le donne in menopausa può essere utile integrare questo minerale nella dieta che porterà loro benefici nella regolarizzazione del metabolismo e per prevenire il diabete, entrambe situazioni che rischiano di dover affrontare.

Il cromo nella nostra dieta

É presente in molti alimenti sia di orgine animale (carne, formaggi, frutti di mare e tuorlo d'uovo, ecc.) ma anche di origine vegetale (broccoli, asparagi, barbabietola, prugne, patate e cipolla) e cereali integrali.

In realtà solo una piccola parte di questo micronutriente viene assimilata attraverso l’alimentazione. Ecco perché si ricorre agli integratori.

Carenza di cromo

Sintomo di una carenza di questo elemento è una forte intolleranza al glucosio resistente all’insulina. Altri sintomi evidenti sono stanchezza e affaticamento continui, perdita o aumento improvviso di peso, stress e alterazioni dell’umore.

Il cromo è presente, insieme ad altri sali minerali e vitamine, nell’integratore Mineral Vita.

Tutti i commenti