Predisposizione agli infortuni

Predisposizione agli infortuni

Il rischio dell'infortunio

Quando ci si allena o si pratica un’attività sportiva, l’infortunio è sempre dietro l’angolo. E’ inoltre evidente come alcune persone siano soggette più di altre ad infortunarsi, e questa variabilità è in parte genetica.

Gli infortuni più frequenti sono a carico del tessuto connettivo, specialmente i tendini (ad es. la tendinopatia achillea), ma esistono basi genetiche anche per altri infortuni come lo stiramento dei legamenti, la lussazione della spalla e l’osteoartrite. In questo campo la ricerca è ancora agli inizi, ma già si conoscono diversi geni che la letteratura scientifica ha scoperto essere coinvolti.

Nel test genetico FITsolutions Plus ne vengono analizzati tre, scelti perché confermati da molteplici studi scientifici. L’analisi integra inoltre l’effetto dei geni coinvolti nella risposta infiammatoria, che possono influire sui tempi di recupero dopo un infortunio.

Collagene 1 Alfa 1

Il collagene di tipo 1 è il maggior componente organico della matrice ossea (circa il 90%). Nei soggetti con osteoporosi è stata identificata una variante del gene COL1A1 che sembra essere più frequente rispetto ai controlli normali. Questo polimorfismo risulta associarsi non solo con la massa ossea ma anche con le fratture osteoporotiche. Diversi studi su COL1A1 dimostrano che l’effetto genetico è fortemente associato con valori di massa ossea ridotti: in particolare l’allele T sia in eterozigosi (GT) che in omozigosi (TT) appare più frequente nei soggetti con osteoporosi grave associata alle fratture vertebrali. Pertanto è stato suggerito che COL1A1 possa predisporre alle fratture. Inoltre è associato con vasodilatazione, controllo della pressione sanguigna, efficienza della contrazione muscolare ed idratazione cellulare.

GG - Gli individui con questo genotipo non mostrano un aumento di fenomeni osteoporotici rispetto alla popolazione generale

GT - La presenza anche di una sola copia dell’allele T aumenta il rischio di osteoporosi e di predisposizione alle fratture.

TT - Gli individui con questo genotipo sono i soggetti più a rischio sia all’osteoporosi che alle fratture, ed inoltre diversi studi dimostrano che tali soggetti hanno una alterata produzione di collagene.

Collagene 5 Alfa 1

Questo gene codifica per una catena alfa che fa parte di una delle fibrille meno abbondanti del collagene. Le molecole di collagene fibrillare sono dei trimeri che possono essere composti da uno o più tipi di catene alfa. Il collagene di tipo V è stato trovato in tessuti che contengono collagene di tipo I, e sembra abbia la funzione di regolare l’assemblaggio di fibre eterotipiche composte sia da collagene di tipo I che di tipo V.

CC - Gli individui con questo genotipo non manifestano una propensione nè per le performance di potenza nè per quelle di resistenza. In vari studi è stato associato con un rischio moderatamente ridotto di tendinopatie e legato ad una maggiore flessibilità articolare (ROM)

CT - Anche questi soggetti non manifestano una propensione nè per gli sports di potenza nè per quelli di resistenza. Vari studi riportano che la presenza dell’allele T contribuisce ad un moderato incremento di rischio per le tendinopatie.

TT - In studi su triatleti il genotipo TT è stato associato con una migliore resistenza alle corse lunghe (maratona), ma la presenza dell’allele T in doppia copia è associata con un significativo aumento di rischio per le tendinopatie.

Fattore di crescita 5 di Differenziazione ossea

Questo fattore di crescita è associato con una proteina ossea morfogenetica coinvolta nella formazione delle articolazioni. Inoltre viene espresso nel sistema nervoso centrale ed influenza la guarigione di ossa, articolazioni e cartilagini. La variante da noi testata ha un ruolo essenziale nella determinazione dell’altezza di un individuo ed è legata a patologie quali l’osteoartrite.

CC - Gli individui con questo genotipo non manifestano un incremento di rischio alle tendinopatie e all’osteoartrite.

CT - Anche la presenza di una sola copia dell’allele T provoca un moderato aumento di rischio alle tendinopatie e all’osteoartrite.

TT - Gli individui con questo genotipo mostrano un significativo aumento di rischio per le tendinopatie e per l’osteoartrite. Si consiglia di intraprendere esercizi di ginnastica mirati a prevenire gli infortuni ed inoltre a considerare un supporto nutrizionale adatto al tessuto connettivo.

Il test genetico FITsolutions Plus è specifico per atleti agonisti o sportivi amatoriali e ha l'obiettivo primario di ottimizzare le prestazioni e migliorare l'allenamento. Le varianti genetiche testate sono ben 46 e mirano a dare le informazioni riguardanti il profilo genetico dell'individuo col fine di far emergere eventuali predisposizioni a patologie o problematiche ma anche a creare un profilo nutrigenetico che migliori il benessere dell'organismo.

All comments