Controlla il peso con la piantaggine

Controlla il peso con la piantaggine

La Piantaggine gode di proprietà astringenti, antinfiammatorie, lassative ed antianemiche, bechiche, espettoranti, antibatteriche. Ha la capacità di bloccare le emorragie e di favorire la guarigione delle ferite, cura le infiammazioni delle mucose.

La piantaggine (Plantago lanceolata) è molto diffusa in Italia. La si può riconoscere dalle foglie strette percorse da cinque nervature parallele e dai fiorellini raccolti in spighe che nascono dallo stelo centrale.

La piantaggine può raggiungere i 40 centimetri di altezza.

La Piantaggine è una pianta perenne, è possibile raccoglierla tutto l’anno, è molto diffusa lungo i bordi di prati e sentieri in campagna, in collina e in montagna.

La piantaggine è utilizzata come rimedio naturale ed anche in cucina.

Curiosità

La tradizione popolare ritiene che la Piantaggine allontani gli spiriti maligni dai bambini.

Proprietà

La Piantaggine gode di proprietà astringenti, antinfiammatorie, lassative ed antianemiche, bechiche, espettoranti, antibatteriche. Ha la capacità di bloccare le emorragie e di favorire la guarigione delle ferite, cura le infiammazioni delle mucose.

Per uso esterno, la piantaggine è cicatrizzante, lenitiva, antipruriginosa, decongestionante, per cui è indicata in caso di dermatosi, piccole lesioni della pelle, acne, infiammazioni palpebrali e oculari anche di natura allergica.

Le proprietà della piantaggine sono:

  • Astringenti
  • Antinfiammatorie
  • Lassative
  • Antianemiche
  • Bechiche
  • Ispettoranti
  • Antibatteriche
  • Antipruriginoso
  • Cicatrizzante
  • Decongestionante
  • Lenitiva
  • Diuretica

Cosa contiene la Piantaggine

Le foglie di piantaggine contengono:

  • glucosidi iridoidi
  • luteolina
  • mucillagini
  • tannini
  • pectine
  • acido salico
  • sali minerali.

Usi

La Piantaggine viene spesso utilizzata come infuso o decotto, oppure in sciroppo, per calmare la tosse e sciogliere il catarro.

All comments