Stanchezza? Potrebbe essere colpa della carenza di Tocoferolo

Stanchezza? Potrebbe essere colpa della carenza di Tocoferolo

Il Tocoferolo è il componente principale della Vitamina E, più semplicemente conosciuto soltanto come Vitamina E.

Il Tocoferolo è un nutriente vitaminico essenziale per l'uomo,

Che cos’è esattamente?

Il Tocoferolo è presente in natura in ben otto distinte forme, la più importante delle quali è l'alfa-tocoferolo, perché è l’unica utilizzata dal corpo umano, fa parte del gruppo delle vitamine liposolubili. (insieme alle vitamine A, D e K), (alfa, beta, gamma e delta-tocoferolo e alfa, beta, gamma e delta-tocotrienoli).

Per cosa è utile il Tocoferolo?

Il Tocoferolo è un potente antiossidante in grado di aiutare le cellule dell’organismo umano a proteggersi dall'azione dei radicali liberi e dunque dall'invecchiamento precoce.

In particolare, il Tocoferolo protegge la vitamina A dall’ossidazione, rinforza le difese immunitarie, migliora l’ossigenazione, contribuisce a proteggere da vari tipi di tumore, mantiene sani i nervi, rende elastica la pelle, aiuta la vista, migliora la circolazione sanguigna, fluidifica il sangue, combatte acne ed eczemi, protegge dall’inquinamento atmosferico, protegge dai raggi UV.

Ecco quindi a cosa serve il Tocoferolo:

  • Protegge dai raggi UV
  • Protegge dall’inquinamento atmosferico
  • Protegge dai radicali liberi
  • Protegge la vitamina A dall’ossidazione
  • Migliora l’ossigenazione
  • Rinforza le difese immunitarie
  • Mantiene sani i nervi
  • Rende elastica la pelle
  • Fluidifica il sangue
  • Aiuta la vista
  • Combatte acne ed eczemi
  • Contrasta i processi di invecchiamento

Dove si trova il Tocoferolo?

Gli alimenti che contengono il Tocoferolo sono:

  • Pinoli
  • Mandorle
  • Spinaci
  • Basilico
  • Semi oleosi
  • Olio di arachide
  • Olio di semi di girasole
  • Olio di germe di grano
  • Olio di oliva
  • Noci
  • Nocciole

Fai attenzione però:

La vitamina E può essere distrutta dalle temperature troppo fredde del congelamento ed anche dal calore eccessivo e prolungato: ecco perché evitare cibi fritti troppo a lungo nello stesso olio.

Studi in vitro

Come dimostrato dagli studi in vitro, il Tocoferolo è coinvolto nella trasmissione di segnali tra cellule, nella regolazione dell’espressione genica, in alcuni processi metabolici, nelle difese immunitarie.

Nuovi studi ipotizzano che il Tocoferolo possa essere utile nel contrastare i danni che, nel corso del tempo, i radicali liberi provocano ai neuroni, danni che contribuiscono al declino cognitivo e alle malattie neurodegenerative, come l’Alzheimer.

Carenza di Tocoferolo

Ecco i segni che possono indicare una carenza di Tocoferolo:

  • Senso di stanchezza
  • Apatia
  • Debolezza muscolare
  • Irritabilità
  • Difficoltà di concentrazione

Nei neonati la mancanza di vitamina E si può manifestare invece in modo più severo, con comparsa di edema e anemia emolitica.

Sovradosaggio

Alte dosi di alfa-tocoferolo possono causare emorragie e interrompere la coagulazione del sangue: alte dosi inibiscono infatti l’aggregazione piastrinica, rischio emorragie in associazione con la carenza della vitamina K nell’organismo.

Fabbisogno giornaliero di Tocoferolo

Il fabbisogno giornaliero medio di Tocoferolo per la popolazione italiana è di 8 mg al giorno per gli adulti, quantità che però può variare perché legata all'apporto di altri nutrienti tra cui gli acidi grassi.

Gli esperti raccomandano comunque di non scendere sotto i 3 mg per le donne e i 4 mg per gli uomini.

All comments